THE ECONOMY OF FRANCESCO:

UN EVENTO ATTENTO ALLA CUSTODIA DEL CREATO

L’organizzazione di un evento complesso, comporta necessariamente delle scelte. Sempre gli eventi hanno degli impatti sull’ambiente e si è ritenuto di cercare di mitigarli, ancor prima di chiedere ai partecipanti dei comportamenti virtuosi.

Per valorizzare questo impegno, il Comitato Promotore di The Economy of Francesco ha fatto la scelta di valorizzare l’esperienza di Sisifo srl Società Benefit, mettendo in atto alcune azioni dirette alla realizzazione di un evento sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale ed economico.

Ispirati da quel dono all’umanità che è la enciclica Laudato si’, rafforzati dalla Fratelli Tutti firmata da Papa Francesco proprio ad Assisi, The Economy of Francesco diventa un segno di Ecologia Integrale, che contribuisce, con comportamenti virtuosi, a contrastare la crisi climatica in atto.

ECONOMIA ed ECOLOGIA etimologicamente derivano entrambe dal greco oikos, casa; un legame così stretto che costringe ad assumersi la responsabilità nei confronti della casa comune, non da padroni, ma da custodi responsabili.

Se è vero, come è vero, che non esiste l’evento ad impatto zero, è anche vero che, con alcune scelte organizzative, è possibile ridurre sensibilmente l’impatto dell’evento, con una gestione razionale delle risorse, anche a contrasto della predominante cultura dello spreco.

Nella redazione del Progetto di Custodia del Creato dell’evento, si è fatto riferimento ai SETTE OBIETTIVI LAUDATO SI definiti dalla piattaforma promossa dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, della quale The Economy of Francesco è membro dello Steering Board.

Le scelte organizzative di Ecologia Integrale del Comitato sono importanti, ma non porteranno frutto senza il contributo di tutti: ciascuno dei partecipanti, è chiamato a fare la sua parte con alcuni determinanti comportamenti.

AZIONI DI CUSTODIA DEL CREATO 

I continui cambi di scenario causati dalla pandemia, hanno costretto il Comitato a modificare programmi ed azioni. Grazie al sostegno di diversi soggetti economici che hanno deciso di sostenere The Economy of Francesco, queste sono le Azioni di Custodia del Creato programmate:

AZIONE 1: ALLESTIMENTI SOSTENIBILI 

Per quanto riguarda il Palaeventi di Assisi, verrà utilizzato legno e cartone per realizzare degli elementi che possano essere riutilizzati anche dopo l’evento. Oltre 350 pallet certificati che dopo EoF verranno ritirati da una industria locale e torneranno all’uso per il quale erano stati pensati. 

AZIONE 2: RIDUZIONE DEI MATERIALI MONOUSO IN PLASTICA 

L’impatto ambientale di materiali monouso in plastica è ormai accertato ed era intenzione del Comitato di eliminare tutti i materiali monouso, durante tutto l’evento. A questo scopo, ciascun partecipante riceverà infatti uno zainetto in cotone, contenente una borraccia termica e delle stoviglie in acciaio, pieghevoli, che potranno essere riutilizzati dopo l’evento.

A seguito della Pandemia, le autorità sanitarie hanno richiesto che i pasti vengano distribuiti in contenitori e con posate monouso; si è quindi modificato il progetto, non parlando più di eliminazione, ma di drastica riduzione dei materiali monouso.

I materiali utilizzati sono biodegradabili e compostabili, conformi alla norma tecnica EN13432 in modo che possano essere raccolti con la frazione organica e conferiti in impianto di compostaggio.

AZIONE 3: RISTORAZIONE 

Il cibo può avere molti tipi di impatto, non solo quello ambientale. La prima scelta del Comitato, è stata quella di coinvolgere l’Istituto Alberghiero cittadino in modo che, coordinati dai loro professori, siano i giovani studenti a prendersi cura dei partecipanti provenienti da tutto il mondo. 

La seconda scelta è stata quella di utilizzare materie prime e prodotti provenienti da beni confiscati alla criminalità, da agricoltura biologica, con preferenza per i prodotti stagionali e a km zero.

Saranno distribuiti anche dei prodotti a base di miele; oltre che per dare ai partecipanti degli ottimi prodotti, anche per mantenere alta l’attenzione sulle api, a rischio estinzione tra inquinamento e crisi climatica. 

AZIONE 4: RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA 

In tutte le location interessate dalle attività dell’evento, è stata organizzata la raccolta differenzia assistita da volontari, per tutte le frazioni di raccolta. Perché la raccolta differenziata diventi effettivamente riciclo, l’azienda incaricata della raccolta fornirà, tramite il Comune di Assisi, i certificati di conferimento nei diversi impianti.

AZIONE 5: DIARIO SOSTENIBILE 

Per facilitare la riflessione personale, verranno messi a disposizione dei partecipanti un diario realizzato in carta certificata ed una penna in bioplastica. 

AZIONE 6: CALCOLO DELL’IMPATTO

È stato messo a punto un sistema di monitoraggio di tutte le attività di EoF in Assisi, al fine di calcolare l’Impatto reale dell’evento e la quantità di co2 prodotta e quella invece risparmiata grazie alle Azioni di Custodia del Creato.

AZIONE 7: ATTIVITÀ NEUTRALIZZAZIONE E/O COMPENSAZIONE

Una volta calcolate le emissioni, con dei “Crediti di Sostenibilità” saranno attuate delle ulteriori Azioni di Custodia del Creato per ridurre l’impatto dell’evento. In particolare, grazie alla collaborazione con PEFC e la Regione Umbria, sono allo studio delle azioni di riforestazione in aree attraversate dal fuoco ed azioni di cura di boschi esistenti. 

AZIONE 8: REPORT D’IMPATTO

Al termine dell’evento, verrà prodotto un Report d’Impatto che possa dare il quadro di quanto messo in campo, e possa essere utile ad altri organizzatori di eventi ecclesiali. In tale report si darà conto sia delle azioni volte a ridurre le emissioni, sia delle azioni successive volte a mitigare gli effetti delle emissioni prodotte.

Questa iniziativa vuol dare il senso di un impegno a favore della cura della casa comune che non scade con l’evento, ma prosegue anche in seguito: su queste pagine si aggiorneranno con le pratiche di ecologia integrale che andranno via via a compimento.

Tutte queste attività sono state rese possibili dalle scelte del Comitato, e dal sostegno dei partner di sostenibilità dell’evento.

Hanno collaborato alle Azioni di Custodia del Creato le seguenti realtà:

ALLFOOD

https://www.allfoodspa.com/

ASSOCARTA
https://www.assocarta.it/

CARTIERE BURGO
https://www.burgo.com/

CITTÀ DI ASSISI
https://www.comune.assisi.pg.it/

CONAPI
https://conapi.it/

ECAMRICERT – MERIEUX NUTRISCIENCES
https://ecamricert.com/

ECOCAVE
http://www.ecocave.it/

ECOZEMA – SOCIETÀ BENEFIT
https://ecozema.com/

FONDAZIONE CON IL SUD
https://www.fondazioneconilsud.it/

FONDAZIONE PERUGIA
https://www.fondazionecrpg.com/

FORMAPERTA
https://www.formaperta.it/

FRA’ SOLE
https://www.frasole.org/

ISTITUTO ALBERGHIERO DI ASSISI
https://www.alberghieroassisi.eu/

LIOMATIC
https://www.liomatic.it/

LUCENSIS
https://lucensis.org/

NOVAMONTSOCIETÀ BENEFIT
https://www.novamont.com/

PALM W&P
https://www.palmwp.it/

PEFC
https://www.pefc.it/

POLYCART
https://www.polycart.eu/

RI-GENERIAMO – SOCIETÀ BENEFIT
https://ri-generiamo.it/

SARVEX
https://www.sarvex.it/